Cos’è la Tplus? Come funziona?

Come ogni dispositivo medico di pari classe, il suo impiego è guidato dall’esperienza di un medico specializzato e da un terapista formato al suo utilizzo. L’efficacia della tecnologia risiede nella capacità di stimolare reazioni endogene all’interno del corpo che, impiegate in modo corretto accelerano e consolidano i risultati terapeutici. In linea generale le reazioni possono essere sintetizzate in: aumento della perfusione sanguigna e dell’apporto di ossigeno, vasodilatazione, incremento della temperatura, proliferazione cellulare. Le reazioni non avvengono necessariamente tutte contemporaneamente ma possono essere stimolate durante la terapia a seconda della necessità terapeutica. Il tipo ed il livello di stimolo vengono decisi dal terapista e dal medico in funzione degli obiettivi della fase di trattamento. Un programma terapeutico corretto riduce in modo marcato il tempo necessario a raggiungere la soluzione del problema.

Il modello T-Plus è un dispositivo medico CE di tipo IIB che rientra nella categoria delle tecnologie di tipo tecar ad alte prestazioni.
Il dispositivo non invasivo, applicato per contatto al corpo umano, trasmette o genera delle correnti all'interno dei tessuti con l'obiettivo di stimolare determinate reazioni fisiologiche utili a supportare i naturali processi riparativi del corpo. Il circuito si chiude verso il generatore attraverso due componenti principali: un elettrodo e una piastra di ritorno applicati al corpo.
Una volta attivato il generatore, l'intensità della corrente generata nei tessuti varia in funzione de:
· la tensione, ovvero la differenza di potenziale applicata;
· le resistenze del circuito che dipendono a loro volta dalle caratteristiche dei tessuti trattati e dalle caratteristiche degli elettrodi utilizzati.

La tensione, espressa in Volt, è controllabile dell'operatore. Le correnti sono trasmesse o generate nel corpo in due modalità: una resistiva ed una capacitiva.

In modalità resistiva la corrente è trasmessa al corpo attraverso un elettrodo in materiale conduttivo mentre in modalità capacitiva la corrente è generata attraverso un elettrodo composto da un'anima conduttiva ricoperta da un materiale isolante (dielettrico). Sono disponibili diverse dimensioni e forme degli elettrodi. L'operatore decide quale dimensione e forma usare in base al tipo e al volume di tessuto da trattare. A parità di corrente generata, la distribuzione della corrente all'interno dei tessuti varia in base alle caratteristiche elettriche dei tessuti stessi e alle caratteristiche elettriche degli elettrodi impiegati. Le peculiarità del modello T-Plus, la potenza, la varietà degli elettrodi e le caratteristiche elettriche dei materiali impiegati per i suoi componenti distinguono questo dispositivo per efficacia rispetto agli altri della sua categoria.

Gli effetti della tecnologia possono essere raggruppati in “thermal” e “non-thermal”. L’effetto “non-thermal” stimola l’incremento della proliferazione cellulare. L’effetto thermal agisce sulla ‘perfusione sanguigna, sull’incremento dell’ossigeno nei tessuti, sull’incremento della temperatura dei tessuti.

DISCLAIMER
Questo contenuto non è inteso a fornire indicazioni mediche o consulenza e può essere incompleto o impreciso.
Questo contenuto si basa sulla rete degli specialisti di WINTECARE e si propone di condividere esperienze, pensieri e conoscenze con altri professionisti che operano nel settore sanitario.
Nessuno dei collaboratori, degli sponsor, degli amministratori o di chiunque altro connesso con WINTECARE può essere ritenuto responsabile in alcun modo per l'apparizione di informazioni imprecise o diffamanti o per l'utilizzo delle informazioni contenute o collegate a queste pagine.
Se si richiede un consiglio medico specifico, rivolgersi ad un professionista che sia autorizzato o informato in quell'area.